Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Abuso e sfruttamento sessuale di minori

Abuso e sfruttamento sessuale di minori

I pedocriminali sono spesso uomini simpatici e gentili appartenenti a tutte le classi sociali. È sbagliato credere di poter riconoscere la loro tendenza dal loro aspetto. Gli abusi sessuali sui minori possono essere commessi da estranei, come anche da persone appartenenti all’ambiente del minore, sia all’interno della famiglia, sia alla cerchia di conoscenti. Se vostro figlio inizia a parlarvi di abusi, prendetelo sul serio e state ad ascoltarlo. Ponete domande aperte e non rimproveratelo, recatevi poi presso un ospedale pediatrico o un consultorio e presso la polizia.
La migliore prevenzione comincia con un’educazione sessuale tempestiva e consona allo stadio di sviluppo del minore. I corsi di autoaffermazione e autodifesa per giovani e ragazzi li aiutano a sviluppare le capacità per eludere e respingere le aggressioni.

Parlate con vostro figlio dei seguenti punti:
  • Vi sono persone che possono essere contemporaneamente «gentili e malvagie».
  • Il tuo corpo appartiene solo a te, tu sei importante.
  • Conosci la differenza tra sensazioni, segreti, esperienze e contatti buoni, ed altri indefinibili, cattivi o strani.
  • Hai il diritto di opporti alle situazioni spiacevoli.
  • Sai che con i tuoi genitori poi sempre parlare di tutte le esperienze belle e brutte, delle promesse come anche delle minacce.
  • Conosci le organizzazioni che prestano aiuto (p. e. assistenza telefonica 147).
  • La colpa degli abusi sessuali non è mai tua, perché la responsabilità è sempre del molestatore.
Consigli
  • Informatevi sugli abusi, lo sfruttamento e la negligenza nei confronti di minori.
  • Informatevi circa le offerte di consulenza. Parlate a vostro figlio /vostra figlia di molestie, abusi e sfruttamento sessuale in maniera consona alla sua età.
  • Mostrate a vostro figlio come deve comportarsi in situazioni spiacevoli (o addirittura pericolose).
  • Prestate attenzione ai segnali lanciati dai minori. Parlate di eventuali comportamenti strani e reagite in modo adeguato.
  • Controllate se vostro figlio è puntuale o se vi informa di eventuali ritardi.
  • Occorre che i bambini si organizzino in gruppi quando si intrattengono al parco giochi o si recano a scuola.
  • Interessatevi degli amici di vostro figlio, anche all’interno della vostra cerchia di conoscenti.
  • Siate vigili nei confronti delle persone che mostrano troppo interesse nei confronti di vostro figlio o gli fanno regali senza alcun motivo.
  • Spiegate a vostro figlio che i pedocriminali spesso promettono cose eccezionali, come ad esempio un casting da modella, denaro, regali, di guardare qualcosa di bello, ecc., senza però rispettare le promesse.
  • Spiegate a vostro figlio che non deve mai salire sull’auto di sconosciuti, né di conoscenti, senza prima averne parlato con voi in quanto responsabili della sua educazione.
  • Parlate regolarmente con vostro figlio di tutto quanto ha visto su internet.

Se ciononostante è stato vittima di violenza:
  • Mettete a disposizione della medicina legale gli abiti e la biancheria indossata dal minore durante il reato.
  • Non lavate o non fate la doccia a vostro figlio prima che sia stato eventualmente sottoposto alla necessaria visita medica.


Newsblog

FAQ

Questa FAQ potrebbe interessarvi ugualmente: «Violenza domestica»

Le misure di prevenzione sono davvero efficaci?
I minori godono di una protezione speciale per legge?
Il singolo cittadino può contribuire alla prevenzione della violenza gio-vanile?
Quali altre autorità e istituzioni sono attive nell’opera di prevenzione?
La polizia è competente anche per la prevenzione della violenza giovanile?
E’ vero che anche le ragazze fanno sempre più ricorso alla violenza?
Le droghe e l’alcol possono scatenare reati di violenza?
In Svizzera vi sono giovani abitualmente violenti e bande giovanili? E se sì, cosa si sa di loro?
E’ vero che la maggioranza dei giovani autori di reati sono stranieri?
Si può riconoscere già prima della pubertà se un giovane è propenso alla violenza o se è molto probabile che lo diventerà?
Quali sono i fattori che influenzano la delinquenza giovanile?
I genitori possono anch’essi essere chiamati a rispondere?
Quali pene e misure prevede il diritto penale minorile?
Quale scopo ha il diritto penale minorile?
Cosa succede ai colpevoli?
Cosa succede dopo la denuncia?
Quando si deve sporgere denuncia?
Oltre alle statistiche sulle denunce e sulle condanne, vi sono altre fonti che mostrano l’andamento della violenza giovanile?
Che cosa ci dicono sull’andamento della violenza giovanile le statistiche sulle denunce e sulle condanne condotte negli ultimi anni?
Con quali reati commessi dai giovani deve maggiormente confrontarsi la polizia? Vi sono specifici gruppi di giovani che la preoccupano in particolare?
Criminalità, delitti, delinquenza, criminalità violenta, reato; si intende sempre la stessa cosa?
Che persone possono essere definite «giovani»?
Vi sono altre statistiche che consentono un’analisi della criminalità giovanile?
Qual è la differenza tra statistiche sulle denunce e statistiche sulle condanne?
Cosa si sa della criminalità non rilevata?

Downloads

Indirizzi



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads