Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Situazione di partenza

La «violenza giovanile» in sé viene percepita come pericolo per la società solo a partire dalla metà del 20° secolo. I modelli esplicativi si riferiscono tra l'altro alla disoccupazione, al ceto sociale e alla povertà, ai nuovi modelli di attività per il tempo libero e l'intrattenimento, all'aumento della violenza presentata dai media, alle cambiate condizioni familiari ed alla socializzazione maschile. Ma le informazioni basate su singoli casi e fornite dai media sull'entità e sulle forme di violenza o criminalità giovanile non devono necessariamente coincidere con gli sviluppi reali. La violenza giovanile continua a costituire una piccola parte della violenza esercitata nella società.

In fondo le statistiche fanno capire che negli ultimi anni la disponibilità alla violenza da parte dei giovani è aumentata notevolmente. Per esempio dalla Polizeiliche Kriminalstatistik (PKS) (Statistica sulla criminalità della polizia) si evince che dal 1999 al 2006 sono aumentate continuamente ed in misura accentuata le indagini nei confronti di autori di reato minorenni - lesioni personali: incremento da 760 a 1.525; minaccia: incremento da 405 a 869. Anche il numero delle condanne penali di minorenni per reati di violenza è salito notevolmente nello stesso periodo da 1.241 a 2.268 condanne (lesioni personali semplici: incremento da 288 a 638; minaccia: incremento da 148 a 317).

Le statistiche sulla criminalità (come per esempio la Statistica della polizia sulla criminalità, la Statistica sull'aiuto alle vittime di reato e la Statistica sulle condanne penali di minorenni) sono tuttavia utili solo in parte per poter capire e valutare il fenomeno della «violenza giovanile». Tipo e portata della criminalità registrata vengono determinati dal comportamento della popolazione verso la denuncia e dall'azione penale da parte della polizia. Per questo motivo si invita caldamente alla cautela quando si tratta di interpretare i dati.

Anche nella relazione pubblicata nel giugno 2007 del Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP «Violenza giovanile: Portata, cause e misure» (DFGP 2007) si afferma «che la portata e lo sviluppo della violenza giovanile non può essere stimata in modo affidabile sulla base dei dati esistenti. L'allarmismo è sicuramente fuori luogo.» D'altro canto il DFGP afferma «che il problema della violenza giovanile non va minimizzato e che è presente in una misura che fa nascere delle ansie in alcune parti della popolazione. Per il resto le statistiche esistenti fanno perlomeno supporre che negli ultimi anni la disponibilità alla violenza da parte dei giovani sia cresciuta.» 

Compito di prevenzione dei corpi di polizia cantonali

Il compito principale della polizia sta nello svolgere un'azione repressiva e preventiva nell'ambito del mantenimento della sicurezza pubblica e dell'ordine pubblico. La polizia svolge il suo incarico 24 ore su 24 e durante tale svolgimento dipende da un network ben funzionante composto da istituzioni e organizzazioni statali e non statali.

Per quanto riguarda la parte relativa alla prevenzione, ha il compito di coinvolgere nel proprio lavoro, sensibilizzare ed informare il pubblico e i target rilevanti, quindi per esempio le persone specializzate che si occupano di persone che hanno subito danni, di vittime, di autori di reati a livello locale e regionale, nonché i servizi per i giovani, gli stradini, i delegati cantonali per i giovani e per l'integrazione nonché i settori scuola, genitori e tempo libero.

Nel loro lavoro quotidiano i collaboratori dei corpi di polizia devono occuparsi delle riflessioni sulla prevenzione, conoscere bene la propria sfera di competenza ed essere a conoscenza di quali sono i compiti dei quali sono responsabili i professionisti del settore formazione, educazione ed assistenza.

A questo proposito si rimanda alla parte I del piano di misure.

Vasta gamma di misure di prevenzione a livello cantonale

Da anni si discute del tema «Giovani e violenza». In Svizzera ciò oggi ha portato ad una vasta gamma di offerte istituzionali per quanto riguarda servizi competenti e misure per prevenire ed intervenire nel settore della disponibilità alla violenza. Vanno aggiunti numerosi progetti e programmi svolti da fornitori specializzati. A questo proposito si rimanda alla parte II del piano di misure.

Problemi strutturali nel pianificare e realizzare misure contro la violenza giovanile

La pianificazione e realizzazione di misure contro la violenza da parte di giovani viene resa più difficile da una serie di problemi strutturali che si dovranno risolvere in futuro. Si tratta dei seguenti aspetti: 
  1. Le basi per il lavoro di prevenzione della polizia non sono uniformi a livello nazionale.
  2. La terminologia per il lavoro di prevenzione della polizia non è uniforme.
  3. La comprensione del lavoro di prevenzione della polizia è molto differente e quindi anche il ruolo che la polizia può assumere in questo settore.
  4. I compiti dei corpi di polizia vengono ponderati in modo differente dai vari cantoni. Vi sono evidenti differenze tra i vari cantoni per quanto riguarda la ponderazione della repressione e prevenzione e per esempio nella collaborazione con il mondo della scuola.
  5. Il significato ovvero l'interpretazione dei dati provenienti delle cifre ufficiali e non ufficiali non è stato chiarito.
  6. Il significato di autori abituali di reato giovani per il settore «Giovani e violenza» non è stato chiarito.
  7. La divisione dei compiti tra le autorità cantonali e tra le autorità e le organizzazioni non statali non è stata chiarita.
  8. Le statistiche per registrare la delinquenza giovanile non sono uniformi. Polizia e giustizia usano sistemi diversi.
  9. Polizia e giustizia usano sistemi diversi per registrare la delinquenza giovanile. Ne consegue la diversa interpretazione e comunicazione della delinquenza giovanile.
  10. La distribuzione della competenza tra i cantoni e la Confederazione Elvetica nel settore «Giovani e violenza» viene interpretato in modo differente. 

Newsblog

FAQ

Questa FAQ potrebbe interessarvi ugualmente: «Violenza domestica»

Le misure di prevenzione sono davvero efficaci?
I minori godono di una protezione speciale per legge?
Il singolo cittadino può contribuire alla prevenzione della violenza gio-vanile?
Quali altre autorità e istituzioni sono attive nell’opera di prevenzione?
La polizia è competente anche per la prevenzione della violenza giovanile?
E’ vero che anche le ragazze fanno sempre più ricorso alla violenza?
Le droghe e l’alcol possono scatenare reati di violenza?
In Svizzera vi sono giovani abitualmente violenti e bande giovanili? E se sì, cosa si sa di loro?
E’ vero che la maggioranza dei giovani autori di reati sono stranieri?
Si può riconoscere già prima della pubertà se un giovane è propenso alla violenza o se è molto probabile che lo diventerà?
Quali sono i fattori che influenzano la delinquenza giovanile?
I genitori possono anch’essi essere chiamati a rispondere?
Quali pene e misure prevede il diritto penale minorile?
Quale scopo ha il diritto penale minorile?
Cosa succede ai colpevoli?
Cosa succede dopo la denuncia?
Quando si deve sporgere denuncia?
Oltre alle statistiche sulle denunce e sulle condanne, vi sono altre fonti che mostrano l’andamento della violenza giovanile?
Che cosa ci dicono sull’andamento della violenza giovanile le statistiche sulle denunce e sulle condanne condotte negli ultimi anni?
Con quali reati commessi dai giovani deve maggiormente confrontarsi la polizia? Vi sono specifici gruppi di giovani che la preoccupano in particolare?
Criminalità, delitti, delinquenza, criminalità violenta, reato; si intende sempre la stessa cosa?
Che persone possono essere definite «giovani»?
Vi sono altre statistiche che consentono un’analisi della criminalità giovanile?
Qual è la differenza tra statistiche sulle denunce e statistiche sulle condanne?
Cosa si sa della criminalità non rilevata?

Downloads

Indirizzi



Abonnamenti

Twitter

Facebook


News

mehr...

Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads