Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Il compito della PSC

Nel corso del suo convegno autunnale, l'Associazione dei capi die polizia giudiziaria dei Cantoni svizzeri (ACPGS) nel settembre 2006 ha composto una lista dei possibili temi (della campagna) PSC per il 2008. Sono stati affrontati argomenti come l'«Hooliganismo», la «Criminalità su Internet» (chiamata anche Cybercrime) e «Giovani e violenza». Nel corso della riunione dei comandanti e dei capi della polizia criminale di tutti i concordati di polizia tenutasi nell'ottobre 2006 questi tre temi sono stati ridiscussi intensamente.

Tuttavia è emerso subito che da parte della PSC non era possibile elaborare per tempo il tema dell'«Hooliganismo» per la preparazione al Campionato europeo di calcio 2008 in Svizzera. Inoltre il progetto parziale «Sicurezza» dell'organizzazione di progetto EURO 2008 si occupa in modo mirato di questa problematica. Per questo motivo si è accantonata ogni decisione su questo tema (vedasi box a destra).

Anche la «Criminalità su Internet» dovrebbe rivestire una notevole importanza per quanto riguarda il lavoro di prevenzione, dato che la somma dei delitti cresce di anno in anno. I fornitori di siti web per aste sono tuttavia già presenti con le loro informazioni sulla prevenzione. Inoltre si mira ad una collaborazione tra privati e la PSC (vedasi box a destra).

Presentazione del piano approssimativo nel febbraio 2007 e decisione circa il piano dettagliato nei mesi di settembre e ottobre 2007

Nel corso della discussione, la commissione di progetto, costituita dai rappresentanti dei comandanti e dei capi della polizia criminale di tutti i concordati di polizia, concordava la raccomandazione in base alla quale la PSC si sarebbe dovuta attivare dal 2008 nel settore «Giovani e violenza» con misure di prevenzione ovvero con una campagna informativa ed elaborare il piano nell'anno 2007.

Nel marzo 2007 la sede della PSC durante la riunione della commissione di progetto e di direzione presentava il piano approssimativo della possibile campagna. Da parte di entrambi gli organismi arrivò l'approvazione.

Soltanto dopo la discussione e l'approvazione del piano dettagliato da parte della commissione di progetto nel settembre 2007 e della commissione di direzione, costituita da Consigliere e Consiglieri di Stato (Yvonne Schärli-Gerig, LU, presidentessa; Jean Studer, NE; Alois Christen, SZ; Jean-René Fournier, VS; RR Guy Morin BS) e riunitasi nell'ottobre 2007, veniva discusso in conclusione il piano dettagliato.

Nella conferenza d'autunno tenutasi nel novembre 2007, la CCDGP decideva in merito alla direzione da seguire ed alla realizzazione del piano di misure. La PSC partiva nel gennaio 2008 con l'elaborazione di idonee misure.

Aspetti importanti per l'elaborazione del piano e delle misure: 
  • Le misure vengono elaborate tenendo conto delle misure per la prevenzione delle condizioni (prevenzione sociale) e la prevenzione dei comportamenti (prevenzione individuale).
  • L'elaborazione delle misure continua ad essere effettuata volgendo uno sguardo specifico alla prevenzione della criminalità da parte della polizia e soprattutto all'interazione di repressione e prevenzione.
Numerosi corpi di polizia cantonali e municipali hanno già scelto il tema «Giovani e violenza» come uno dei loro punti più importanti per la prevenzione della criminalità da parte della polizia. Tutti sanno quanto questo tema sia importante. Oltre alle misure nel settore della repressione occorre però continuare anche con la prevenzione. E con questo la PSC intende tra l'altro l'educare i giovani alla gestione dei conflitti ed alla non violenza. Ne fa parte anche l'evitare l'escalation.

L'analisi della situazione

L'analisi della situazione ovvero il sondaggio presso i corpi di polizia cantonali e le direzioni cantonali della pubblica educazione nell'aprile 2007 costituiva parte integrante dell'ulteriore procedimento. I risultati del sondaggio hanno fatto da base per l'elaborazione del piano dettagliato. Il sondaggio con i tre gruppi sopra menzionati si prefiggeva come obiettivo di arrivare a conoscere quali attività di prevenzione avessero già avuto luogo, quali avessero luogo e quali fossero previste.

A tale proposito veniva inviato un questionario contenente 8 domande ai comandanti dei 30 corpi di polizia ed alle direttrici ed ai direttori delle 26 direzioni della pubblica educazione e delle opere sociali. Per maggiori informazioni in merito si rimanda alla parte II del piano di misure. 
News

mehr...

Newsblog

FAQ

Questa FAQ potrebbe interessarvi ugualmente: «Violenza domestica»

Le misure di prevenzione sono davvero efficaci?
I minori godono di una protezione speciale per legge?
Il singolo cittadino può contribuire alla prevenzione della violenza gio-vanile?
Quali altre autorità e istituzioni sono attive nell’opera di prevenzione?
La polizia è competente anche per la prevenzione della violenza giovanile?
E’ vero che anche le ragazze fanno sempre più ricorso alla violenza?
Le droghe e l’alcol possono scatenare reati di violenza?
In Svizzera vi sono giovani abitualmente violenti e bande giovanili? E se sì, cosa si sa di loro?
E’ vero che la maggioranza dei giovani autori di reati sono stranieri?
Si può riconoscere già prima della pubertà se un giovane è propenso alla violenza o se è molto probabile che lo diventerà?
Quali sono i fattori che influenzano la delinquenza giovanile?
I genitori possono anch’essi essere chiamati a rispondere?
Quali pene e misure prevede il diritto penale minorile?
Quale scopo ha il diritto penale minorile?
Cosa succede ai colpevoli?
Cosa succede dopo la denuncia?
Quando si deve sporgere denuncia?
Oltre alle statistiche sulle denunce e sulle condanne, vi sono altre fonti che mostrano l’andamento della violenza giovanile?
Che cosa ci dicono sull’andamento della violenza giovanile le statistiche sulle denunce e sulle condanne condotte negli ultimi anni?
Con quali reati commessi dai giovani deve maggiormente confrontarsi la polizia? Vi sono specifici gruppi di giovani che la preoccupano in particolare?
Criminalità, delitti, delinquenza, criminalità violenta, reato; si intende sempre la stessa cosa?
Che persone possono essere definite «giovani»?
Vi sono altre statistiche che consentono un’analisi della criminalità giovanile?
Qual è la differenza tra statistiche sulle denunce e statistiche sulle condanne?
Cosa si sa della criminalità non rilevata?

Downloads

Indirizzi



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads