Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Campagna: Basta! Violenza domestica

Guardare e ascoltare sono i primi passi Occorre molto coraggio per interessarsi dei fatti privati di altre persone. E quando è in gioco la violenza il farlo può anche rivelarsi pericoloso. Inoltre, molte persone temono che, in quanto testimoni, possano avere dei fastidi. Perciò chiamano la polizia solo quando la vittima ha già subito gravi danni. Invece è importante reagire sin dai primi sospetti. Infatti, più un rapporto violento si protrae nel tempo, maggiori sono i danni alla salute a carico della vittima. Aumenta inoltre il pericolo che si verifichi un grave crimine.

Cosa posso fare se assisto a episodi di violenza domestica?

Sapete o presumete che nel vostro giro di conoscenze venga esercitata della violenza? Sentite provenire dai vicini grida di aiuto o notate altri sintomi di maltrattamenti? Dimostrate coraggio! Fate qualcosa. Non dovete intervenire direttamente e neppure agire da soli. Informatevi presso altri vicini o famigliari se non abbiano anche loro già osservato qualcosa o se non abbiano addirittura già cercato di fare qualcosa. In ogni caso è importante che voi facciate qualcosa. Un intervento tempestivo può salvare una vita.

Ecco cosa potete fare:
  • In situazioni d’emergenza chiamate la polizia.
  • Non mettevi in pericolo intervenendo voi stessi.
  • Parlate con la vittima se la incontrate da sola. Mostrate comprensione e solidarietà.
  • Prendete sul serio quanto essa ha da dirvi.
  • Dite alla vittima che la violenza in ambito domestico non è un problema personale.
  • Ricordatele che in Svizzera esiste una legge che tutela tutte le vittime.
  • Offrite un aiuto a titolo personale (ascolto, rifugio in situazioni d’emergenza).
  • Abbiate tuttavia pazienza se, in un primo tempo, la vostra offerta d’aiuto viene respinta.
  • Raccogliete informazioni sulle offerte professionali di aiuto alle vittime e passatele alla persona interessata.
  • È importante che rispettiate i vostri limiti e che non pensiate sia compito vostro risolvere i problemi.
  • Se conoscete una persona violenta mettete in discussione il suo comportamento senza però condannarla.
  • Indicatele le offerte di aiuto esistenti.

Newsblog

FAQ

Questa FAQ potrebbe interessarvi ugualmente: «Violenza domestica»

Le misure di prevenzione sono davvero efficaci?
I minori godono di una protezione speciale per legge?
Il singolo cittadino può contribuire alla prevenzione della violenza gio-vanile?
Quali altre autorità e istituzioni sono attive nell’opera di prevenzione?
La polizia è competente anche per la prevenzione della violenza giovanile?
E’ vero che anche le ragazze fanno sempre più ricorso alla violenza?
Le droghe e l’alcol possono scatenare reati di violenza?
In Svizzera vi sono giovani abitualmente violenti e bande giovanili? E se sì, cosa si sa di loro?
E’ vero che la maggioranza dei giovani autori di reati sono stranieri?
Si può riconoscere già prima della pubertà se un giovane è propenso alla violenza o se è molto probabile che lo diventerà?
Quali sono i fattori che influenzano la delinquenza giovanile?
I genitori possono anch’essi essere chiamati a rispondere?
Quali pene e misure prevede il diritto penale minorile?
Quale scopo ha il diritto penale minorile?
Cosa succede ai colpevoli?
Cosa succede dopo la denuncia?
Quando si deve sporgere denuncia?
Oltre alle statistiche sulle denunce e sulle condanne, vi sono altre fonti che mostrano l’andamento della violenza giovanile?
Che cosa ci dicono sull’andamento della violenza giovanile le statistiche sulle denunce e sulle condanne condotte negli ultimi anni?
Con quali reati commessi dai giovani deve maggiormente confrontarsi la polizia? Vi sono specifici gruppi di giovani che la preoccupano in particolare?
Criminalità, delitti, delinquenza, criminalità violenta, reato; si intende sempre la stessa cosa?
Che persone possono essere definite «giovani»?
Vi sono altre statistiche che consentono un’analisi della criminalità giovanile?
Qual è la differenza tra statistiche sulle denunce e statistiche sulle condanne?
Cosa si sa della criminalità non rilevata?

Downloads

Indirizzi



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads