Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Successi nelle indagini

Successi nelle indagini
I successi ottenuti dalla polizia nei confronti della pedopornografia e della pedocriminalità sono in forte crescita. Nel 2004 sono state indagate, grazie al servizio di coordinazione del fedpol – dell’ufficio federale della polizia di Berna – ben 570 persone in tutti i Cantoni della Svizzera.

Inoltre le indagini sono state condotte dagli specialisti della polizia (cybercop, buoncostume) presenti nei 26 Cantoni. Tali indagini coinvolgevano vari settori della criminalità: dalla pedopornografia alle denunce di abuso sessuale da parte di minorenni.


Successi nelle indagini grazie al coordinamento nazionale

In Svizzera il fedpol coordina gli interventi contro la pedopornografia. Con un successo sempre più grande, oggi gli organi di polizia statunitensi ed europei, agiscono molto rapidamente quando si tratta di scovare le reti di trafficanti di pedopornografia e i provider che offrono pedopornografia. Le informazioni ottenute sugli acquirenti vengono subito trasferite ai paesi dove questi risiedono. Oggi avviene tutto in maniera diversa. Il fedpol trasferisce, tutti i dossier analizzati di persone sospette, alle autorità giudiziarie cantonali, competenti in azioni penali che agiscono contro i criminali sospetti.

Blitz della polizia

Gli USA e la Interpol riescono a scovare un server in Bielorussia che offre pedopornografia tramite pagamenti con carta di credito. Questo materiale ricevuto dalla Svizzera consente di eseguire 400 perquisizioni domiciliari in tutta la Confederazione Elvetica. Con questo blitz si è scoperto che circa 50 persone sospete lavoravano in attività socio-pedagogiche e/o avevano a che fare, nel tempo libero, con i bambini. Queste persone sono state subito controllate dalla polizia. E’ risultato che alcune persone erano già dei pregiudicati presenti negli schedari della polizia. C’è da riflettere soprattutto sul fatto che il blitz della polizia ha richiesto lo svolgimento di indagini anche contro alcune persone sospettate di abuso sessuale di minorenni.

Le autorità giudiziarie italiane competenti in azioni penali hanno consegnato a 27 paesi del materiale che riguarda un traffico in Internet con scambio di materiale pedopornografico. In Svizzera gli organi di polizia Cantonali hanno eseguito le perquisizioni domiciliari di 8 persone.

Un blitz della polizia in Scandinavia – ha portato all’arresto di una rete di trafficanti peer-to-peer con salvataggio e scambio di pedopornografia. In Svizzera sono state eseguite le perquisizioni domiciliari di 79 persone risiedenti in 17 Cantoni.

In un altro blitz – scattato in Italia – la polizia in Svizzera ha eseguito perquisizioni domiciliari presso 30 persone, sospettate di crimini, di 12 Cantoni.

(Fonte: fedpol, rapporto sulla sicurezza interna in Svizzera, anno 2004)

Newsblog

FAQ

Downloads

Questo download potrebbe interessarvi ugualmente: «Chat», «Pedocriminalità»

Adressen

Questi indirizzi potrebbero interessarvi ugualmente: «Internet»



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads