Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Cyberdipendenza e sessodipendenza – cosa si può fare?

Regole per navigare

Consumo pornografico

Ci sono persone che per molte ragioni detestano la pornografia. Altri si sentono estremamente attratti da tali immagini, in maniera incessante. Il codice penale svizzero non condanna il consumo della pornografia. E’ consentito osservare e scaricare le immagini e i video anche quando questi mostrano ogni tipo di sesso, in ogni dettaglio.
Il codice penale svizzero vieta la pornografia solo in quattro casi:
  1. pedopornografia
  2. immagini pornografiche con azioni violente
  3. sesso tra persone ed animali
  4. atti pornografici correlati ad escrementi umani

Forum nelle Chat su Internet

Molti utenti di Internet sono affascinati dai forum delle chat dove si incontrano persone, con cui si può parlare di argomenti personali nel massimo anonimato. Alcuni in chat trovano una persona che li ascolta e li comprende; nascono così rapidamente dei legami. Alcuni credono di avere trovato un’amicizia profonda, anche se non conoscono realmente il loro interlocutore; infatti quest’ultimo si descrive in maniera completamente diversa da come è in realtà.

Siete dipendente alla pornografia? Fate il nostro test!

Cyberdipendenza, pornomania, sessodipendenza
Molti finiscono in balia della Rete e dei suoi contenuti allettanti. Dai sondaggi inglesi risulta che Internet, negli uomini, provoca una dipendenza dal sesso. Le donne di solito sono più attratte dalle chat. La maggior parte delle persone riescono a cavarsela. In altri desta un forte interesse nel consumo della pornografia, del cybersesso, dei forum delle chat. Col tempo diventa noioso e rivolgono il proprio interesse nuovamente alle altre cose. Una minoranza di gente viene attratta da immagini sessuali presenti in Internet. Tali persone diventano dei maniaci sviluppando una forte dipendenza da Internet e dal cybersesso; cercano, come spinte, sempre di più il porno ed immagini di sesso estremo. Si interessano improvvisamente ad immagini che sono vietate dalla legge (ad esempio immagini pornografiche di violenza). Oppure si fanno assorbire completamente dal chattare come se si trovassero in un mondo alternativo. Incominciano dunque a superare i limiti del consentito. Gli uomini accedono alle chat degli infanti, li molestano e li tartassano di domande sulla loro sessualità, cercano adolescenti che vogliono fare nuove esperienze, chiedono della loro sessualità, vogliono fare sesso virtuale, eventualmente con la web cam.
Come nasce la dipendenza?
La cyberdipendenza e la mania per la pornografia si sviluppa lentamente. Prima ci si trova in una fase di pericolo. Qui Internet esercita un grosso potere. Chattare rende felice e desiderabile, oppure si va alla ricerca di pagine pornografiche e si tenta di accedere a tutte le possibili varianti del cybersesso. In questa fase costoro riescono ancora a tenere sotto controllo, più o meno, il proprio comportamento.

Nella fase critica invece si evidenzia chiaramente la costrizione. Per costoro diviene sempre più difficile staccarsi da Internet. Trascorrono tanto tempo a navigare in Internet e spendono quindi anche dei soldi.

Nella fase cronica costoro sono fortemente dipendenti. Il comportamento maniacale determina la loro vita. La persona in questione si sente vivo solo quando naviga in Internet, cerca tutta la notte immagini pornografiche, si trova quasi permanentemente in chat. Le persone sentono che i rapporti in Rete sono più importanti di quelli stretti nel mondo reale. Il cybersesso in tutte le sue forme diviene un’espressione essenziale della propria vita sessuale.

Le seguenti caratteristiche si evidenziano in tutte e tre le fasi della cyberdipendenza e della pornomania. S'intensificano di fase in fase fino a diventare alla fine una sola.
  • I contenuti sessuali in Internet esercitano un forte fascino.
  • Si visitano le pagine di sesso in Internet oppure in chat e spesso il tempo trascorso è maggiore di quanto si vuole in realtà.
  • Si controlla questo consumo di sesso in Internet: si desidera smettere, essere meno presente, ma non ci si riesce.
  • Si diventa irritabili e nervosi, anche quando uno ha deciso di smetterla. Non appena si naviga in Rete, ritorna la calma e l'appagamento.
  • Il cybersesso diventa una soluzione per sbarazzarsi di brutte sensazioni o problemi. Ci si sente meglio, meno depressi, le paure della vita scompaiono.
  • Si naviga in Internet per ore notte e giorno alla ricerca di esperienze sessuali più intense oppure più rischiose.
  • Si cela questa attività alle persone intime, alla famiglia, ad un terapeuta. Ci si nasconde dietro menzogne quali: “non navigo così tanto“, “non mi dice niente, voglio solo dare un’occhiata in giro“.
  • Si superano i limiti: si diventa aggressivi con il partner in chat che tenta di spingervi a compiere fantasie sessuali, vuole fare del cybersesso con la videocamera. Oppure non disprezza il fatto di mettersi alla ricerca di immagini pedopornografiche oppure di violenze carnali. Si ha bisogno sempre di maggiori stimoli anche quando questi sono vietati.
  • Il rapporto con il partner entra in crisi, sul posto di lavoro vi interessa il cybersesso, venite avvertiti, perdete persino eventualmente il posto di lavoro.
  • Per colpa di Internet la vostra vita è completamente sconvolta. Questa mania vi provoca anche dei problemi economici.
Sono dipendente? Ho un problema?
Eseguite il seguente test! Riflettete sul risultato onestamente e facendo autocritica!
Come avviene per ogni mania e dipendenza, l’inizio a dipendere da Internet e dalla pornomania avviene in maniera onesta. Il maniaco ammette di avere un problema e riconosce di avere bisogno di un aiuto.

Test: cyberdipendenza, pornomania e sessodipendenza, sono a rischio?

Se rispondete con Sì alla maggior parte delle seguenti domande, siete ad alto rischio di dipendenza: cyberdipendenza, pornomania e sessodipendenza. Potete comunque fare qualcosa, non ignorando il vostro problema e rivolgendovi a qualcuno che vi aiuti. Un buon terapeuta sa indicarvi come riprendervi in mano la vostra vita. In questo modo la vostra vita sarà più appagata.
Cosa posso fare contro la mia dipendenza?
Se avete problemi riguardo alla cyberdipendenza oppure alla pornomania, avete bisogno di un’assistenza specifica. Se tendete fortemente alla pornografia fino al limite della legalità, avete bisogno di un consulente e terapeuta specifico. Rivolgetevi ad un ufficio di consulenza competente, ad un apposito psicoterapeuta oppure ad uno psichiatra. Ci sono diversi uffici che sono a vostra disposizione per aiutarvi a debellare questa mania.

Se avete già avuto a che fare con la pedopornografia ed altre forme di pornografia perseguibili, avete già violato la legge. Tempismo per smettere e richiedere un’adeguata assistenza! Agite ora! Per molti infatti è la prima denuncia ufficiale che chiarisce le idee: così non si può andare avanti! Non aspettare finché sei in tempo! Imparate ad autocontrollarvi e non solo per un breve periodo di tempo. Vedrete che funzionerà, anche se ve ne viene di nuovo “voglia”. I prossimi passi:
Sistemare il computer in un luogo sorvegliato
Rivolgetevi subito ad un terapeuta specialista
Cosa posso fare contro la mia dipendenza?
Se avete problemi riguardo alla cyberdipendenza oppure alla pornomania, avete bisogno di un’assistenza specifica. Se tendete fortemente alla pornografia fino al limite della legalità, avete bisogno di un consulente e terapeuta specifico. Rivolgetevi ad un ufficio di consulenza competente, ad un apposito psicoterapeuta oppure ad uno psichiatra. Ci sono diversi uffici che sono a vostra disposizione per aiutarvi a debellare questa mania.

Se avete già avuto a che fare con la pedopornografia ed altre forme di pornografia perseguibili, avete già violato la legge. Tempismo per smettere e richiedere un’adeguata assistenza! Agite ora! Per molti infatti è la prima denuncia ufficiale che chiarisce le idee: così non si può andare avanti! Non aspettare finché sei in tempo! Imparate ad autocontrollarvi e non solo per un breve periodo di tempo. Vedrete che funzionerà, anche se ve ne viene di nuovo “voglia”. I prossimi passi:
Sistemare il computer in un luogo sorvegliato
Rivolgetevi subito ad un terapeuta specialista

Newsblog

FAQ

Downloads

Questo download potrebbe interessarvi ugualmente: «Chat», «Pedocriminalità»

Adressen

Questi indirizzi potrebbero interessarvi ugualmente: «Internet»



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads