Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Cifre e fatti

Cifre e fatti

Molti reati penali si potrebbero impedire se, chi utilizza Internet, sapesse meglio ciò che è o non è passibile di pena.

I computer, protetti dai programmi di filtraggio, impediscono che i bambini ed i ragazzi possano accedere ad immagini pornografiche. I ragazzi, con un’alta consapevolezza del rischio che corrono, divengono meno rapidamente vittime di reati penali!

Ma sapere non basta! Bisogna aggiornarsi!

Sapevate infatti che...

… in Svizzera quasi due terzi degli ultra quindicenni naviga in Internet e che secondo un sondaggio tedesco, un terzo dei quattordicenni fino ai diciannovenni chatta in rete.

… quasi la metà dei collegamenti alla rete da parte di privati serve per scambiare enormi quantità di dati.

…9 su 10 ragazzi ultra undicenni riescono ad accedere alla rete senza essere conreollati.

… il SCOCI (servizio di coordinazione per la lotta contro la criminalità su Internet) si occupa purtroppo sempre di più di pedopornografia.

… nel 2004 SCOCI ha ricevuto dalla popolazione 6100 denunce per sospetta pedopornografia, ha aperto 521 dossier con forte sospetto di pedopornografia che ha poi trasferito alle autorità giudiziarie competenti in procedimenti penali.

… la pedopornografia riguarda le immagini di un abuso sessuale commesso su un infante.

… nel mondo ogni anno oltre 20 miliardi di dollari vengono spesi per la pedopornografia e la prostituzione infantile (Fonte: UNO/UNESCO).

… … le vittime della pedopornografia subiscono una doppia violenza: innanzi tutto il trauma del sopruso sessuale subito; in secondo luogo sapere che quella terribile immagine resterà indelebile in Rete.

... il numero di bambini e ragazzi che naviga in Rete aumenta rapidamente. In Svizzera si registrano già mezzo milione di utenti infanti.

… il 50% di tutti i bambini che navigano in Rete è già venuto a contatto con un’immagine pornografica (Fonte: Medienpädagogischer Forschungsverbund Südwest, Germania).

… l’80% dei bambini che chattano hanno già vissuto un’esperienza di molestie sessuali: dalla provocazione verbale all’abuso sessuale vero e proprio (Fonte: Sondaggio rappresentativo di jugendschutz.net, Germania).

… un quarto dei quattordicenni, quando chatta, trasmette i propri dati personali ad altri (Fonte: sondaggio EMNID, Germania).

… un ragazzo su sette che chatta ha già incontrato una volta la persona che ha conosciuto in Internet. Il 6% di loro all’insaputa dei propri genitori (Fonte: cybertyp.ca).

… … il 40% dei bambini ha dichiarato in un’intervista canadese che i loro genitori conoscevano poco o non erano affatto al corrente delle proprie attività in Internet (Fonte: cybertip.ca).

… i genitori di questi infanti informatici usano Internet, in gran parte, solo per la posta elettronica e spesso non hanno la minima idea di cosa oggi si possa fare in Rete e cosa i propri figli facciano in Rete.

Newsblog

FAQ

Downloads

Questo download potrebbe interessarvi ugualmente: «Chat», «Pedocriminalità»

Adressen

Questi indirizzi potrebbero interessarvi ugualmente: «Internet»



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads