Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Dipendenza da Internet

Gefahr Sucht

Pericolo di dipendenza anche per le attività svolte in Internet
L’uso giornaliero di Internet e del computer fa parte della quotidianità dei giovani d’oggi. Pressoché tutti gli adolescenti utilizzano Internet più volte alla settimana per giocare, chattare o comunicare nei diversi social network come Netlog, Facebook e altre community.
Internet apre a ragazzi e adolescenti un mondo affascinante: possono acquisirvi conoscenze, chiacchierare con altre persone, descriversi o semplicemente giocare. Il fascino di Internet può però condurre anche a sviluppare un rapporto problematico che in casi estremi può perfino sfociare in una cosiddetta dipendenza da Internet.

  

1. Prevenite
-    Osservate: mio figlio corre il rischio di sviluppare una dipendenza da Internet?
Vi preoccupate perché vostro figlio passa troppo tempo in Internet? Non siete più in grado di dire cosa si possa ancora definire “normale” e non sapete se vostro figlio stia rischiando di sviluppare una dipendenza da chat o videogiochi o se non sia già dipendente da essi?
Ponetevi allora le seguenti domande, possibilmente assieme a vostro figlio:

o    Vostro figlio passa sempre più tempo in Internet?
o    Reagisce in modo sgarbato, con rabbia o frustrazione se non gli viene permesso di giocare con il computer, di chattare o di accedere alle community?
o    Vostro figlio dà maggiore importanza alle attività svolte in Internet rispetto a quelle della vita “reale”?
o    Trascura amici e amiche del mondo reale e parla solo dei suoi amici e amiche virtuali?
o    Gli hobby e le attività del mondo reale perdono sempre più importanza?
o    Il rendimento a scuola o sul posto di apprendistato è peggiorato?

Se vi trovate costretti a rispondere affermativamente anche solo ad una delle domande elencate sopra, allora è tempo di reagire. I bambini e gli adolescenti che passano sempre più tempo in Internet e stanno sempre meno con gli amici reali, presentano spesso delle difficoltà nel mondo reale. Svolgendo delle attività virtuali, scappano dai problemi della quotidianità. Le azioni svolte al computer rimuovono il senso di solitudine o le altre difficoltà quotidiane Inizia così un circolo vizioso, poiché i problemi non vengono risolti. Aiutate vostro figlio a trovare una via d’uscita.

-    Interessatevi alle attività di vostro figlio.
Di regola, vostro figlio sarà più pratico di voi nell’utilizzo dei nuovi media. Cogliete allora questa opportunità e dimostrategli il vostro interesse. Fatevi spiegare quali sono i giochi cui si dedica o chiedetegli in quali community ha creato dei profili e perché li trova così interessanti. Vostro figlio dovrebbe mostrarvi il profilo che ha inserito per esempio in Netlog e chi sono le persone con le quali chatta.

-    Ponete dei limiti.
Sono in special modo i bambini e gli adolescenti a non essere in grado di imporsi una disciplina in maniera autonoma. Dovete aiutare vostro figlio ad usare il buon senso anche nell’utilizzo delle attività virtuali. Porre dei limiti è indispensabile. Concordate con vostro figlio quando, per quale scopo e per quanto tempo può utilizzare il computer, e fate in modo che rispetti queste regole. I tempi di utilizzo del computer dipendono dall’età, e vanno considerati alla stregua delle attività ricreative reali. 


-    Sorvegliate vostro figlio.
La fiducia è la base di un buon rapporto genitori/figli. Tuttavia cercare i limiti – e volerli al tempo stesso superare – è un comportamento tipico dei giovani. Il vostro compito in qualità di educatori è quello di sorvegliare vostro figlio affinché non corra alcun pericolo; come peraltro fate nella vita reale.
Per quanto riguarda l’utilizzo di Internet, si tratta di sapere che cosa faccia esattamente vostro figlio. Sceglie giochi adatti alla sua età? Sapete con chi chatta ogni giorno? Rispetta i tempi concordati?
In linea generale, occorre innanzitutto evitare di installare il computer nella camera di vostro figlio e secondariamente ricordarsi che le indicazioni relative all’età per i videogiochi vanno prese sul serio.

   Offrite aiuto a vostro figlio
Se avete la sensazione che le attività in Internet rappresentino per vostro figlio una fuga dai problemi quotidiani, dovete offrirgli il vostro aiuto. Vi sono problemi a scuola? E’ appena naufragata la sua prima relazione sentimentale? Si sente oberato dai compiti quotidiani? Spiegate chiaramente a vostro figlio che fuggire nel mondo virtuale non è la soluzione e che i problemi non si risolvono in questo modo.
2. Che cosa fare se si delinea già un utilizzo problematico di Internet?
Se temete che vostro figlio abbia giù sviluppato una dipendenza da Internet o se non riuscite più a stabilire un contatto con lui, allora è il caso di ricorrere ad una consulenza professionale! Vi sono diverse associazioni che possono aiutare voi e vostro figlio a trovare la via per abbandonare queste attività nocive. Alla fine di questo documento troverete alcuni indirizzi utili.
3. Non ignorate quello che fanno gli altri ragazzi
Succede spesso che amici e amiche non abbiano alcun tipo di controllo sulle attività che svolgono online, e forse anche per questa ragione i ragazzi che non hanno un accesso illimitato ad Internet vanno volentieri da loro. Molti genitori entrano in conflitto proprio per questo motivo, perché, se da un lato auspicano i contatti tra i ragazzi,dall’altro temono di non riuscire più a sorvegliare il proprio figlio quando si trova in casa d’altri. Non abbiate timore del discorso che potrete fare con questi gruppi di genitori.Cercate di stabilire un contatto e provate a spiegare anche agli altri genitori perché un accesso incontrollato a Internet può rivelarsi pericoloso. Se i vostri sforzi non dovessero portare a nulla, limitate i contatti di vostro figlio con questi amici e amiche a situazioni che potete tenere sotto controllo.
4. Ulteriori informazioni e consultori
-    All’indirizzo www.infoset.ch (in francese e tedesco) trovate una lista di uffici di prevenzione delle dipendenze che offrono aiuto anche per quanto riguarda il problema della dipendenza da Internet.
-    Potete rivolgervi anche ai servizi sociali scolastici che vi possono fornire ulteriori informazioni e indirizzarvi verso uffici specifici.
-    All’indirizzo www.siipac.it si può fare un test per verificare se si è a rischio di dipendenza.
-    Il sito della Pro juventute, www.147.ch offre consulenza online o telefonica anche sui problemi legati alla dipendenza da internet.
-    Il sito curato dal Dicastero Integrazione e Informazione sociale della città di Lugano, all’indirizzo: www.lugano.ch offre tra l’altro un’analisi approfondita riguardante le nuove dipendenze e indica alcuni links di associazioni o enti attivi nella prevenzione che possono offrire consulenza e aiuto.

Video von Klicksafe.de

  
  


Newsblog

FAQ

Downloads

Questo download potrebbe interessarvi ugualmente: «Chat», «Pedocriminalità»

Indirizzi

Questi indirizzi potrebbero interessarvi ugualmente: «Internet»



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads