Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

Proposte di colloqui per genitori ed educatori

Gesprächsleitfaden für Eltern

In tutti i nostri messaggi di prevenzione consigliamo ai genitori di interessarsi alle attività svolte dai propri figli in Internet cercando con loro un dialogo costruttivo.
Sicuramente non è sempre facile discutere con questi piccoli grandi esperti, soprattutto se non si è troppo pratici dei nuovi mezzi di comunicazione.

Pertanto questi colloqui non sono solo importanti per creare una base di fiducia con vostro figlio anche per quanto concerne computer e Internet, ma lo sono anche per individuare eventuali comportamenti problematici. A che giochi si dedica vostro figlio? Cosa lo attrae particolarmente del suo gioco preferito? Con chi chatta ogni giorno? Quali fotografie ha pubblicato su Netlog o qualsiasi altro provider, e quali dati personali rivela? Avete non solo il diritto, ma anche il dovere di sapere cosa fa vostro figlio quando utilizza il computer.

Desideriamo proporvi alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a discutere con i vostri figli delle loro attività preferite in Internet, rendendoli attenti a determinati pericoli presenti in rete.
Il rapporto tra giovani e social network rappresenta una problematica piuttosto ampia. E poiché sappiamo che è già comunque molto difficile cominciare ad affrontare un dato tema, abbiamo creato il seguente albero decisionale. L'albero vi guiderà alle informazioni per voi più rilevanti ponendovi delle domande. Una volta individuata una tematica che ritenete importante, troverete nello stesso punto le informazioni necessarie scaricabili in formato PDF. Tutte le informazioni sono naturalmente disponibili anche sul nostro sito web. Cliccate sull'immagine e l'albero decisionale verrà visualizzato più in grande. Per tornare al sito web premete ESC.


1. Consigli generali sulla diffusione dei dati
Voi e vostro figlio dovreste essere coscienti del fatto che le informazioni che circolano in Internet seguono una dinamica particolare. Di regola, valgono quattro principi di base:
-    Internet non dimentica nulla.  
-    Quanto viene pubblicato in rete si diffonde molto rapidamente.
-    Il mondo virtuale è estremamente reale.
-    In Internet non si è sempre solo “tra amici”.
Affinché vostro figlio possa capire meglio questa dinamica, potete fare con lui alcuni “esercizi”:

-    Cercate vostro figlio in Google!  
Inserite il maggior numero di dati possibili riguardanti vostro figlio (nome, indirizzo e-mail, numero di cellulare, nickname, classe scolastica, ecc.) in Google o in un altro motore di ricerca (ad esempio www.123people.ch) e con lui guardate tutti i contesti in cui compaiono i suoi dati. Svolgete una ricerca anche nelle banche dati di immagini.
Guardate i risultati assieme a vostro figlio e chiedetegli:

-    Non sarebbe spiacevole se dovessi vedere tutte queste informazioni in una pubblicità trasmessa al cinema / appese sulla bacheca della scuola / pubblicate su riviste come Cioè, Top Girl, Noi Giovani o Focus Junior?
-    Cosa credi che potrebbero pensare di te i tuoi futuri o attuali maestri di tirocinio o insegnanti se vedessero o leggessero queste informazioni?
-    Che cosa pensa la tua nuova ragazza quando vede in Internet le tue foto scattate in compagnia della tua ex?

Queste o simili domande devono rendere consapevoli ragazzi e adolescenti che le loro informazioni sono molto più diffuse di quanto possa loro piacere, e che le stesse resteranno in rete anche quando magari non avranno più nulla a che fare con la loro immagine e il loro modo di porsi attuale.  

-    Ponete le informazioni in un contesto nuovo ed imbarazzante.
In Internet, i testi e le immagini che sono liberamente accessibili, possono essere facilmente copiati, presentati in modo diverso, inseriti in un altro contesto e diffusi in maniera mirata. Mostrate a vostro figlio questi meccanismi. Se non siete in grado di utilizzare le applicazioni tecniche che vi permettono di dimostrare quanto appena descritto e non potete contare sull’aiuto di un'altra persona più esperta, potete creare un collage. Prendete una foto di vostro figlio e incollatela sulla copertina di un quotidiano, inserendola così in un contesto completamente diverso. Più imbarazzante è il contesto, meglio è!
In questo modo, vostro figlio dovrebbe essere in grado di capire chiaramente che le informazioni possono essere decontestualizzate e che in Internet perdiamo il controllo di fotografie e documenti personali.
Vi sono persone, soprattutto altri adolescenti, che, forse inizialmente per divertimento, ma senz’altro anche con cattive intenzioni, creano apposta questo tipo di situazioni imbarazzanti. E siamo sicuri che gli amici di oggi saranno ancora gli amici di domani?
2. È reale solo ciò che produce un effetto
Soprattutto nel caso in cui i ragazzi abbiano un’età inferiore ai 16 anni, dovreste sapere come gestiscono i loro profili nelle community Internet e chi abbia accesso a queste informazioni. Prendetevi il tempo di guardare assieme a vostro figlio il suo profilo, e cogliete l’occasione per discutere gli effetti di quanto pubblicato. Cercate di non adottare un comportamento saccente o punitivo, ma mantenete un atteggiamento aperto e interessato.

Per la generazione dei genitori non è sempre facile comprendere che il modo di porsi degli adolescenti del giorno d’oggi si basa su altri modelli rispetto a 30 o 40 anni fa. Riflettete però anche su quali siano i modelli offerti dagli adulti: nei giornali gratuiti, al cinema, alla televisione o sui cartelloni pubblicitari: ovunque modelle sexy e disinibite, personaggi strambi che fanno di tutto per scandalizzare gli spettatori, una raffinata quanto cinica soddisfazione nel godere delle gaffes altrui in alcuni spettacoli, tabù infranti non appena ve ne è la possibilità, ecc. Discutete con vostro figlio di questi mondi artificiali. Una cosa è vedere Britney Spears ubriaca su un giornale scandalistico, un’altra è trovare su Youtube un filmato di vostro figlio ubriaco.
Bambini e adolescenti devono capire che i loro mondi artificiali hanno invece una dimensione del tutto reale. Britney Spears vive grazie agli scandali che lei stessa crea, mentre vostro figlio rischia di perdere il suo posto di apprendistato se una sua immagine esageratamente eccessiva in Internet, finisce in mano al suo datore di lavoro in modo casuale oppure mandata espressamente da qualcuno. 
Sono soprattutto le ragazzine a non essere sempre consapevoli degli effetti che provocano con le loro fotografie sexy. Emulano i loro idoli da teenager, pur non avendo ancora la benché minima idea di cosa stanno trasmettendo con i loro comportamenti disinibiti.
In questi casi non resta altro da fare se non vietare  le immagini troppo osé offrendo ai giovani altre proposte. I  ragazzi possono ad esempio scegliere delle immagini più scherzose o originali  che consentano loro di attirare l’attenzione desiderata, senza necessariamente essere erotiche.
3. Se il mondo virtuale diventa la realtà più importante.
Su alcuni ragazzi e adolescenti, Internet esercita un fascino tale che le relazioni con gli amici del mondo reale, gli hobby e gli interessi abituali perdono ogni importanza. In qualità di genitori, siete responsabili di garantire che l’utilizzo di Internet non prenda il sopravvento e che le attività fisiche e sociali vengano curate in maniera adeguata.

-    Porre dei limiti è indispensabile.
I seguenti suggerimenti possono aiutarvi a riportare un po’ d’ordine nella vita quotidiana:

-    Buoni per l’uso di Internet: concordate con vostro figlio delle regole per l’utilizzo di Internet. Il tempo concesso a vostro figlio per le attività in rete può essere regolato con dei “buoni-tempo”. Se, ad esempio, vostro figlio ha il permesso di chattare in una community per un’ora al giorno, consegnategli quattro buoni da un quarto d’ora ciascuno. Per ogni unità di tempo utilizzata, dovrà rendervi un buono. Quando questi saranno finiti, il computer dovrà essere spento.
-    Equilibrate il mondo virtuale e il mondo reale: Assicuratevi che, oltre alle attività in Internet, vostro figlio giochi anche all’aria aperta con altri ragazzi, coltivi degli hobby e abbia dei contatti reali. Se vostro figlio desidera passare più tempo in rete, potete concederglielo ponendo alcune condizioni: se vuole provare un nuovo gioco o chattare 10 minuti in più al giorno, potete suggerire un nuovo corso di ballo, la palestra o la lettura di un libro.


-    Amici virtuali = veri amici?
Nelle community e nelle chat room ragazzi e adolescenti cercano spesso di avere il maggior numero possibile di cosiddetti amici. Non di rado si incontrano profili nei quali si legge che una persona con il nickname “lella_chiarodiluna” ha ben 437 amici, o che “Skaterboy007” è in contatto con altri 398 utenti. Maggiore è il numero di amici elencati, più ci si sente importanti, ammirati o famosi. Tra i giovani, la lunghezza degli elenchi di amici è diventata un vero e proprio status symbol.
Se tuttavia ragazzi e adolescenti adottano un atteggiamento scarsamente critico nell’accettare nuovi amici, è possibile che tra i loro contatti si insinuino anche soggetti pedofili e corrono il rischio di subire più facilmente degli episodi di bullismo. Inoltre, anche se rese accessibili solo agli amici, le informazioni sono praticamente pubbliche, dato che non è possibile conoscere realmente un numero così alto di amici.
Parlate con vostro figlio dei suoi contatti web e, più in generale, dell’amicizia. Cosa significa per vostro figlio “coltivare un’amicizia”? Qual è la differenza tra gli amici di scuola e quelli che si conoscono solo tramite Internet? Quanto si può essere sicuri che le informazioni divulgate online da questi amici corrispondano alla realtà? Con quali amici si condividono problemi e preoccupazioni?

Create un vostro profilo nella community che utilizza vostro figlio, facendo in modo che lo stesso possa stuzzicare il suo interesse. Quando poi si accorgerà che dietro a tale profilo ci sono sua madre o suo padre, imparerà forse in futuro ad essere un po’ più critico verso i nuovi contatti.
4. Vostro figlio utilizza il computer soprattutto per giocare?
Fatevi mostrare da vostro figlio i giochi che utilizza in Internet o su DVD. Osservate i giochi e assicuratevi che la fascia d’età alla quale sono destinati coincida con l’età di vostro figlio. All’indirizzo www.pegi.info/ch/ maggiori informazioni sia sul significato dei simboli che compaiono sulla custodia dei DVD dei giochi sia sulle indicazioni riguardanti la fascia d’età per il loro utilizzo.
Mostrate interesse in modo che vostro figlio arrivi a spiegarvi come funziona il gioco e proponetegli di giocare assieme.
Vostro figlio gioca in Internet con amici o partner di gioco virtuali ad un gioco online? Chiedetegli quali figure rappresentano gli altri giocatori (i cosiddetti avatar) e quanto conosce dei suoi compagni di gioco. Parlate dell’avatar di gioco di vostro figlio: perchè ha scelto e configurato in quel modo la sua persona? Cosa lo attira così tanto nel suo gioco preferito?
Quando avrete scoperto cosa attira vostro figlio in questo tipo di giochi virtuali, potrete forse trovare delle attività che rispondano a tali esigenze anche nel mondo reale. Perché non scegliere un corso di judo o karate se vostro figlio è interessato alle arti marziali? O perché non leggere un libro fantasy e non limitarsi a giocare con i personaggi fantasy dei giochi virtuali?
5. Offerte utili per i vostri ragazzi
In rete si trovano numerose offerte indirizzate specificatamente ai ragazzi: si spazia dai giochi alle chat, dai nuovi social network ai siti d’informazione formulati apposta per loro.
Abbiamo perciò elaborato una scelta di alcuni siti utili e avvincenti (dal nostro punto di vista), con cui stuzzicare l’attenzione dei vostri figli. Le offerte si prestano piuttosto ai ragazzi più giovani.

-    Offerte di chat per bambini e ragazzi
www.lagirandola.it
www.chat.fuoriditesta.it
www.webti.ch
www.it.msn.com
www.spick.ch

-    Siti di gioco, ricerca e informazione
www.safersurfing.ch
www.ti.ch
www.focusjunior.it/
www.wildwebwoods.org
www.lugano.ch
www.easy4.it

-    Siti d’informazione per bambini e ragazzi
www.educa.ch
www.schoolnet.ch
www.ti.ch/infogiovani

Alcuni link interessanti per voi!
-    www.pegi.info/ch_it: Il sistema di classificazione in base all’età PEGI (Pan-European Game Information – informazioni paneuropee sui giochi) aiuta i genitori europei a prendere delle decisioni con cognizione di causa sull’acquisto di videogiochi.
-    www.stopp-kinderpornografie.ch: campagna nazionale contro la pedocriminalità promossa dall’ufficio di Prevenzione svizzera della Criminalità con molte informazioni utili e diversi materiali didattici.
-    www.schau-hin.ch: (in italiano: dite lo)
-    La rete svizzera per la prevenzione degli abusi sessuali nei confronti dei bambini e degli adolescenti ha lo scopo di proteggere i ragazzi in Svizzera dalla violenza e dallo sfruttamento sessuale. Il sito offre consulenza e molte informazioni utili.
-    www.famille-emploi.ch: (in francese) il sito dell’Unione svizzera degli imprenditori, di Pro Familia e di Pro Juventute offre informazioni e aiuto con una piattaforma di scambi sulla tematica della conciliabilità tra lavoro e famiglia.
-    www.genitorinforma.ch: sito della Conferenza cantonale dei genitori del Canton Ticino




Video von watchyourweb.de

Newsblog

FAQ

Downloads

Questo download potrebbe interessarvi ugualmente: «Chat», «Pedocriminalità»

Indirizzi

Questi indirizzi potrebbero interessarvi ugualmente: «Internet»



Abonnamenti

Twitter

Facebook


Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads